Real Rieti vs Sangiorgese c5 – andata 1/8 di finale Coppa Italia Under 21

22 gennaio 2015 15:46

UNDER 21 DI MISURA : CI SI GIOCA TUTTO AL PALASAVELLI Seppur soffrendo, la gara d’andata degli ottavi di finale di Coppa Italia Under 21 se l’aggiudica il Real Rieti che al “Palamalfatti” batte la Sangiorgese col punteggio di 4-3. Un risultato che lascia ancora aperto il discorso qualificazione tra gli amarantoceleste allenati da Daniele Palenga ed i marchigiani che tra due settimane esatte al Palasavelli di Porto San Giorgio si contenderanno il biglietto per le final eight di Montesilvano in programma dal 25 al 28 febbraio prossimi. LA GARA – E’ stato un match vibrante, equilibrato, ricco di capovolgimenti di fronte, col Real Rieti avanti per ben tre volte e la Sangiorgese brava in altrettante circostanze a ristabilire la parità, fino alla prodezza finale di Caio che ha messo il sigillo sulla gara consentendo agli amarantoceleste di uscire dal campo vittoriosi, nonostante le difficoltà incontrate nel corso dei 40’ effettivi. PRIMO TEMPO – Nonostante una rosa decisamente ridotta, però, la Sangiorgese – arrivata con appena sette elementi a referto – parte subito forte e per ben due volte sfiora il vantaggio con Angelini che a tu per tu con Dal Cin si fa ipnotizzare. Il Real allora capisce che forse è meglio alzare il baricentro, prendere in mano il palleggio e trovare la via del gol: al 3’ Traspedini salva su Marinelli, ma su capovolgimento di fronte la Sangiorgese colpisce un palo clamoroso con Giorgi che mette ulteriormente in guardia i reatini. E spronati proprio da quell’episodio, ecco la rete del vantaggio al 4’56” con capitan Esposito che ben servito da Campogiani spara in rete di destro (1-0). Il gol ovviamente esalta gli uomini di Palenga, ma la Sangiorgese non si scompone di un millimetro, anzi al 9’14” trova addirittura il pareggio con Di Gioacchino che sfrutta al meglio una verticalizzazione di Giorgi (migliore in assoluto) che taglia fuori tutta la retroguardia amarantoceleste consentendo al suo compagno di depositare la sfera nell’angolino basso alla sinistra di Dal Cin (1-1). Tutto da rifare, quindi, per il Real che intuisce come la serata potrebbe non essere delle migliori se il livello di guardia e la determinazione non salgono di pari passo. Allora tocca a Caio prendere in mano la squadra e portarla al nuovo vantaggio con una magìa delle sue: al 14’12” infatti, il brasiliano punta l’uomo, lo supera in velocità e con una rasoiata di sinistro piazza la sfera alle spalle del portiere per il momentaneo 2-1. Il secondo vantaggio esalta il Real e gli oltre centocinquanta spettatori presenti al “Palamalfatti” ed in campo la squadra prova ad allungare, ma al 19’00” è il palo a dire di non a Scappa. E’ l’ultima emozione del primo tempo che vede i reatini chiudere in vantaggio. SECONDO TEMPO – Nella ripresa il copione non cambia e la Sangiorgese, resta li a giocarsela alla pari con un avversario che non ne sa approfittare. Sì, perché al 7’33” ecco il 2-2 ancora grazie a Di Gioacchino, il quale sfrutta a dovere un blocco sulla trequarti per difendere il pallone e presentarsi dalle parti di Dal Cin, fulminato da un sinistro imprendibile. Ora è dura, perché la Sangiorgese non è mai doma, ma capitan Esposito – uno dei pochi a brillare – non si da per vinto e all’11’00” trova nuovamente la via del gol che riporta d nuovo in avanti gli amarantoceleste (3-2). Potrebbe essere questa l’occasione per chiudere il match, dare il colpo di grazia agli avversari e mettere ulteriore “luce” nel punteggio in vista del return match, ma palla ai piedi per l’impostazione del gioco e la Sangiorgese prima colpisce il palo con Di Gioacchino, poi al 17’53” costringe Campogiani all’autorete sugli sviluppi di un calcio d’angolo (3-3). La gara sembra ormai incanalata sul pareggio, ma nel finale arriva il guizzo vincente di Caio – il secondo di giornata – che sfrutta a dovere l’erroraccio difensivo di Giorgi per sparare in porta un fendente che manda in visibilio il “Palamalfatti” e fissare il punteggio sul 4-3. QUALIFICAZIONE IN BALLO – Tra due settimane, quindi, si ripartirà da qui, dal successo di un Real Rieti che per centrare la qualificazione però, avrà bisogno di una prestazione superlativa, magari prendendo spunto proprio da quanto dimostrato in campo dalla Sangiorgese, una squadra arcigna, un quintetto ben organizzato, che di sicuro al “Palasavelli” venderà cara la pelle pur di ribaltare il risultato ed accedere ad una final eight che rappresenterebbe un traguardo storico per entrambe le società.

Lascia un Commento