Real Rieti vs Maran Nursia C5 2T

20 ottobre 2013 11:45

L’UNDER 21 VOLA : AMARANTO-CELESTI AI SEDICESIMI
Incontenibile Real Rieti! La formazione Under 21 “blinda” il successo dell’andata (7-2) rifilando un sonoro 12-1 alla malcapitata Maran Nursia e si qualifica per i sedicesimi di finale dei play off scudetto dove incontrerà una tra Pescara e Audax Sant’Angelo (andata 6 aprile, ritorno il 9 al “Palamalfatti”).

Una vera e propria lezione di futsal quella impartita dai reatini al quintetto umbro che nonostante un avvio promettente — bravo Proietti a chiudere prima su Lubuntu, poi su Pieroni — col passare dei minuti ha sofferto maledettamente l’ottimo giro-palla del Real e l’impossibilità di ripartire con azioni manovrate per tentare di “annullare” l’imponente svantaggio maturato tre giorni prima. Il Real Rieti, invece, con autorità, sicurezza e la solita “fame” di successi mette sotto pressione il portiere avversario Barcarollo, il quale è costretto a più riprese ad opporsi alle conclusioni ravvicinate di Colangeli, Mancusi e capitan Esposito, poi viene salvato dalla traversa sul “cucchiaio” di Mancusi, ma al 17′ è costretto a capitolare sul tap-in di Campogiani che deposita in rete su assist di Esposito (1-0).

E’ il preludio alla goleada che si materializza dopo le reti di Restaino, al 18′, e la successiva autorete di Conti, propiziata sul fil di sirena da una conclusione dalla lunga distanza dello stesso giocatore lucano.

Si va al riposo sul 3-0 in favore del Real Rieti, uno score che di fatto rappresenta la “quiete prima della tempesta”. Sì, la tempesta di gol che trasforma il pomeriggio della Maran Nursia in un vero e proprio incubo. Con la qualificazione già in tasca e la lungimiranza di mister Abati nel voler utilizzare i secondi 20′ per provare soluzioni tattiche nuove, il Real Rieti prima dilaga con le triplette di Esposito e Di Filippo, arrotonda il punteggio grazie ai gol di Mancusi e Restaino, segna a referto anche il bomber Colangeli, poi delizia il pubblico del “Palamalfatti” con giocate da stropicciarsi gli occhi, prova il portiere di movimento (Mancusi) finendo di annichilire l’avversario e poi trova anche il tempo per salutare l’esordio in Under 21 del giovane portiere proveniente dalla Juniores Filippo Angelini, il quale nel finale nega per ben due volte a Lubuntu la gioia del gol, ma al 18′ è costretto a capitolare sul sinistro potente di Pieroni, il quale realizza il gol della bandiera per la Maran.

Insomma, il viaggi continua, il Real Rieti approda ai 16esimi di finale con la consapevolezza di poter arrivare lontano solo mantenendo questo atteggiamento mentale: la squadra sembra vincere per forza d’inerzia, non è in grado di tirare i remi in barca, ha la vittoria nel Dna e questo fa sì che il “percorso netto” prosegua indisturbato.

 

Lascia un Commento