Real Rieti vs Foligno C5 2T

9 febbraio 2014 11:45

L’UNDER 21 FA UNDICI DI FILA
Inarrestabile, schiacciasassi, da record, ogni settimana, ormai da undici per l’esattezza. Per la formazione Under 21 del Real Rieti arriva un’altra vittoria, stavolta ad arrendersi è il Foligno che dopo l’illusione iniziale deve arrendersi allo strapotere amarantoceleste che al “Palamalfatti” s’impone col punteggio di 8-5 al termine di quaranta minuti davvero elettrizzanti e divertenti, conclusi così come erano finiti quelli delle prime dieci giornate!

Il desiderio di concludere al regular season con un percorso netto è tanto e tale che anche stavolta la tenacia e la caparbietà della squadra allenata da Marco Abati hanno avuto la meglio su tutto e su tutti, anche sullo svarione iniziale di Di Filippo che al 2′ regala a Palmatesta la palla dello 0-1. Ma l’errore viene subito cancellato dallo stesso Di Filippo che dopo aver riconquistato palla a centrocampo, se ne va verso la porta difesa da Rossi e lo brucia con un sinistro chirurgico (1-1). E’ il gol che da definitivamente la carica agli amarantoceleste, i quali al 5′ addirittura si portano in vantaggio con Mancusi (2-1) dopo aver colpito un palo clamoroso con il bomber Colangeli. Real padrone del campo, bravo a palleggiare quando il Foligno prova a rientrare in partita, ma anche bravo a concretizzare uno schema da calcio piazzato che consente a Restaino di realizzare il gol del momentaneo 3-1.

Gara gradevole, le due squadre non si risparmiano, il Foligno non ci sta e la voglia di compiere l’impresa visto l’avversario dei record che ha di fronte, al 14′ accorcia nuovamente le distanze, stavolta con una verticalizzazione del giapponese Sugu che taglia in due la difesa reatina consegnando a capitan Stella un pallone da depositare semplicemente in porta (3-2). Ma il Real Rieti non ha di certo voglia di fermarsi proprio ora, sul più bello, allora ecco che da una delle sue “magìe” il bomber Colangeli inventa la rete del 4-2, risultato col quale si chiude la prima frazione di gioco, non prima però del brivido finale col palo colpito dal rumeno Valisache su una ripartenza.

Nella ripresa il Foligno si rende più aggressivo, inevitabilmente guadagna metri in fase d’attacco e tra il 7′ ed il 13 trova i gol della momentanea parità con Palmitesta che prima dal limite, poi sottoporta fissa il punteggio sul 4-4.

Ma, come detto in avvio, la tenacia e la consistenza tecnico-tattica del Real Rieti non la si scopre di certo oggi: palla al centro, passano sedici secondi appena e Campogiani si ritrova tutto solo davanti la porta avversaria, da dove non sbaglia e realizza il gol del 5-4. E’ lì che la gara “gira” definitivamente e consente ai reatini di gestire e controllare il Foligno che al 16′ subisce la rete del 6-4 da Colangeli che trasforma un tiro libero. Ancora quattro minuti, il coach degli umbri ordina il portiere di movimento, il Real ne approfitta e al 18′ con Mancusi trova la rete del 7-4 che di fatto manda i titoli di coda sul match. Nel finale, però, c’è tempo per altre tre emozioni: la quinta rete ospite ad opera di Stella, l’8-5 finale di capitan Esposito che approfitta della porta sguarnita direttamente dalla sua metà campo ed il rosso sventolato sotto il naso di Mancusi (dalla panchina) da un arbitro probabilmente fin troppo fiscale.

Al termine della gara soddisfatto come non mai il tecnico del Real Rieti Marco Abati.

“I ragazzi hanno giocato una gara molto intensa — spiega — anche perché l’avversario era venuto qui per provare a metterci in difficoltà ed interrompere la nostra lunga striscia positiva. In prospettiva sono contento di come i ragazzi hanno reagito sia in occasione dello svantaggio iniziale, sia quando il Foligno ha trovato il pareggio: segno tangibile di carattere e reattività. Bene così in vista dei play off, anche se l’obiettivo del percorso netto è ormai diventata una questione di principio ed anche i ragazzi ci tengono a concludere questa prima fase a punteggio pieno”.

 

Purtroppo però, ieri sera, è arrivata una sconfitta per la squadra femminile, che cade 4-1 al PalaMalfatti contro l’Accordia. Le amaranto celesti domninano i primi venti minuti di gioco, portandosi in vantaggio grazie al gol di Tiberti. Il Real però subisce la rimonta ospite fino al definitivo quattro a uno. Un peccato, perchè le ragazze di Giuzio giocano bene e avrebbero meritato un punteggio più rotondo dopo la prima frazione di gioco giocata in maniera splendida. Ora si torna al lavoro, in vista della prossima giornata di campionato, in trasferta, contro l’Arlenese.

Lascia un Commento