Real Rieti vs Alphaturris 1T

1 febbraio 2014 19:00

JUNIORES SCIUPONA, AL PALAMALFATTI VINCE L’ALPHATURRIS
In perfetto stile “Dr Jekill e Mr Hyde” il Real Rieti crolla sotto i colpi dell’Alpha Turris perdendo 6-4 al termine di una gara che definire rocambolesca è davvero riduttivo.

Avanti 4-0 dopo il primo tempo, il quintetto amarantoceleste di fatto gioca una ripresa allucinante, subendo per trenta minuti esatti la veemenza di un avversario che dopo aver riaperto la partita ad un quarto d’ora dalla fine, riesce definitivamente a recuperarla nei due minuti finali quando, con un Real Rieti ormai visibilmente scarico mentalmente ed incapace di ribattere colpo su colpo, trova prima il gol del pari, poi quello del sorpasso e successivamente quello del definitivo 6-4 che lascia letteralmente attonito l’allenatore reatino Marco Abati, quest’ultimo visibilmente basito dinanzi al “dramma sportivo” che si stava materializzando sotto ai propri occhi

LA CRONACA — Pronti, via e subito Real Rieti padrone del campo col rientrante Marinelli, il capitano, pericoloso con un’incursione disinnescata dal bravo Greco con un’uscita provvidenziale. Al 7′ ci prova Edoardo Scappa con una conclusione da fuori che si stampa sulla traversa. E’ comunque il preludio al gol che arriva puntuale al 9′ grazie a Marinelli che con un tocco sottomisura conclude una pregevole azione corale innescata da Silvetti, rifinita da D’Angeli e tradotta in gol dal capitano che tornava a disposizione dopo tre turni di squalifica. Oltre al vantaggio, il Real gioca un buon futsal, difende con ordine e riparte pericolosamente di rimessa creando non pochi grattacapi alla difesa avversaria. Al 12′ però, la gara potrebbe tornare in equilibrio: Silvetti atterra Panci, l’arbitro indica il dischetto, ma la conclusione dello stesso Panci è neutralizzata dall’ottimo Scopigno.

L’episodio favorevole sprona ulteriormente il Real Rieti che al 16′ raddoppia con D’Angeli, al 19′ triplica con Vaccaro, poi nel finale di primo tempo legittima il momentaneo vantaggio con un’altra traversa di Edoardo Scappa ed il gol del 4-0 che porta proprio la firma del numero dieci reatino che proprio sul fil di sirena porta a conclusione un inedito schema da calcio piazzato che elude pure l’intervento del portiere.

Lascia un Commento