Pescara c5 vs Real Rieti – Interviste

11 febbraio 2015 13:15

Interviste: M. PATRIARCA – F. IANNASCOLI

Un pareggio che contiene tante cose, quello tra Pescara e Real Rieti, due squadre che hanno dato vita ad una partita di intensità 92.fisica ed agonistica fuori dal comune. Al PalaRigoPiano abbiamo visto tante cose belle, come il gol di Peric e quello di tacco di Canal, ma anche cose meno belle, come la non assegnazione del secondo giallo a Rogerio, una ammonizione che sembrava netta e che avrebbe potuto raccontare una partita ben diversa.

LA CRONACA :

Che Pescara – Real Rieti fosse una partita speciale lo si sapeva, ed il campo lo ha ampiamente confermato. Il Real, tre volte avanti, esce con un punto comunque importante, che regala il terzo posto in classifica in solitaria, mantenendo invariato il distacco dagli abruzzesi, che però hanno già effettuato il turno di riposo. Nel primo tempo la partita è vibrante, con il duello ad alta fisicità tra Rogerio e Jeffe (autore di una partita sontuosa), che infiamma la gara. A passare in vantaggio è il Real Rieti, bravo a capitalizzare una azione di contropiede con Lemine, alla prima presenza in amarantoceleste : il giocatore spagnolo controlla in area di rigore, finta la conclusione di destro, e batte Capuozzo di sinistro. Tecnica e freddezza, davvero un bel biglietto da visita per il giocatore classe 92, che al minuto nove della prima frazione fa 1-0. Il Pescara attacca, rendendosi però maggiormente pericoloso con conclusioni da fuori. Su una brutta palla persa in uscita dagli amarantocelesti, arriva il punto del pareggio. Canal, libero all’altezza del secondo palo, riceve il pallone e brucia Micoli con un pregevole colpo di tacco : ora è 1-1. Rogerio colpisce Zanchetta da dietro e si prende il giallo, il tono fisico della gara è elevatissimo e le squadre non si risparmiano. Il Real è ancora letale in contropiede : pallone recuperato nella metà campo difensiva, mischia in area di rigore, Suazo è il più lesto ad arrivare sul pallone depositandolo di sinistro alle spalle di Capuozzo : quarto gol nelle ultime due trasferte per Lolo Suazo e Real avanti 2-1. Prima della conclusione del primo tempo c’è tempo per il pareggio dei padroni di casa, che arriva al minuto 15 della ripresa : altro pallone perso dal Real, Salas serve Pc che, solo davanti a Micoli, ha la freddezza di aspettare l’arrivo di Nicolodi e fornirgli un pallone solo da spingere in rete. E’ il gol del 2-2, punteggio con il quale le squadre vanno al riposo. Nella ripresa il Pescara parte forte, creando diverse situazioni pericolose, ma un grande Micoli chiude la porta, tenendo a galla i suoi. Ercolessi colpisce un palo clamoroso di sinistro, risponde Peric, che incrocia di destro colpendo la parte bassa del legno. Il Real si carica di falli, e con oltre cinque minuti rimasti sul cronometro raggiunge il bonus. A due minuti e mezzo dalla conclusione Peric inventa un gol fantastico : il serbo lascia sfilare il pallone e usa il corpo per girarsi , eludendo l’intervento del difensore avversario, poi di punta brucia Capuozzo aiutato anche dall’interno del palo. Real di nuovo in vantaggio, stavolta sul 3-2. Colini inserisce immediatamente il portiere di movimento, che porta subito frutti. Circolazione di palla rapida, Ercolessi serve Canal sul secondo palo e palla da raccogliere in fondo al sacco. Venti secondi dopo il gol di Peric, di nuovo tutto in equilibrio. Poco dopo l’episodio più discusso della partita : pallone in avanti per Jeffe, che lungo l’out di destra aggira Rogerio con un colpo di tacco : l’ex giocatore del Real Rieti, in netto ritardo, va a commettere fallo da ultimo uomo. I direttori di gara assegnano il fallo ma non il secondo giallo a Rogerio, negando una espulsione che, a poco più di un minuto dalla fine, poteva cambiare le sorti dell’incontro. Non c’è tempo per altre emozioni. Pescara e Real, cosi come accaduto all’andata, si dividono la posta in palio. Amarantocelesti al nono risultato utile consecutivo, che vale il terzo posto in classifica. Sicuramente una prova di carattere, condita da qualche rimpianto, senza dimenticare l’assenza per squalifica del capocannoniere del campionato Manoel Crema. Gran partita per Jeffe, Lemine e Peric. Ora il turno di riposo, poi la Luparense al PalaMalfatti, prima di tuffarsi nell’atmosfera unica della Final Eight di Coppa Italia.

Lascia un Commento